BERLUSCONI CONTRO TUTTI

"Quando tornerò a Palazzo Chigi, vi prometto che mi abbronzerò di meno, ma voi lo sapete che in una giornata io lavoro 27 ore"(18/4/96)

"Siamo sicuri che, se l'Ulivo vince, il 21aprile avremo ancora la possibilità di elezioni veramente libere? Io non rispondo, fatevi voi questa domanda"(17/4/96)

"Prodi è la protesi di D'Alema"(15/4/96)

"Cinquecento cubani scappati negli Stati Uniti guadagnano di più di novemila cubani rimasti a Cuba. Ricordatevelo quando D'Alema dice che nell'Ulivo non ci sono più comunisti"(13/4/96)

"Ci sono cattolici che stanno a braccetto con chi si dichiara anticlericale o peggio ha l'orgoglio di dirsi ateo"(27/3/96)

"Sto parlando dell'Espresso e dell'Ariosto che si sono fidanzati"(26/3/96)

"Il gruppo Fininvest, di cui non mi occupo più, è stato costretto a vendere gli Euromercati perchè i compagni avevano smesso di frequentarli"(25/3/96)

"Il conflitto di interessi riguarda quei partiti che in questi decenni hanno profittato del loro peso per distribuire pensioni"(19/3/96)

"Se perdo le elezioni, vado a casa"(18/3/96)

"Tutte le rilevazioni su tutti i Tg, Rai e Fininvest, fanno vedere come io sia stato negli ultimi mesi, fra i leader dei principali partiti, il meno presente in assoluto"(3/3/96)

"Dini ha smantellato quel po' di buono che nel brevissimo tempo del mio governo, i tre mesi veri intendo, eravamo riusciti a fare"(29/2/96)

"Par condicio? Solo a sentir parlare di queste cose mi viene l'orticaria"(18/2/96)

"È difficile non andare d'accordo con me, perchè quando c'è qualcuno che ha delle punte mi faccio concavo, quando c'è qualcuno che si ritrae mi faccio convesso"(24/1/96)

"Quando mi arrivò la tessera della P2 rimasi offeso perchè sopra c'era scritto "apprendista muratore": ma come, io ero un costruttore affermato"(19/1/96)

"Ah, finalmente siete in gabbia giornalisti, siete nel posto giusto, così capite cosa vi sarebbe successo se fosse andato in porto un certo disegno..."(17/1/96)

"La sinistra? Al mattino portano la cravatta come noi e si dicono liberisti. A mezzogiorno sono già un po' più statalisti, la sera sono come i comunisti di una volta"(10/12/95)

"I vostri applausi sono cose che fanno bene al cuore, specie in questo momento. Qualcuno ha già celebrato il mio funerale, ma io sono qui a proporvi un nuovo matrimonio che possa durare nel tempo per il bene del Paese"(25/11/95)

"La politica della mano tesa mi appartiene....io per natura non sono sospettoso"(15/11/95)

"Sono come Biancaneve in un mondo dove non ci sono le favole.....i comunisti una volta erano persone serie"(26/10/95)

"Sarebbe drammatico se questo paese finisse nelle mani di una sinistra illiberale capace di calpestare i diritti fondamentali dei cittadini e la Costituzione"(22/10/95)

"A suo tempo giurai la mia innocenza sulla testa dei miei figli; come e' possibile che abbia mentito sulla cosa che ho più cara al mondo?"(14/10/95)

"Il Processo Andreotti offende la dignità dell'Italia, l'appeal dei nostri prodotti, incide in modo dannoso sul made in Italy"(11/10/95)

"Ormai il nostro è uno stato di polizia"(4/10/95)

"Veltroni è un coglione"(1/9/95)

"Ora vado a fare i soliti esercizi spirituali alle Bermude"(19/8/95)

"Il Polo deve diventare l' arca dei moderati ed è ovvio che io sia Noè"(24/7/95)

"Il conflitto di interessi è un' invenzione dei miei avversari. C'è, è vero, ma all' incontrario, nel senso che l'imprenditore che assume cariche di governo danneggia le sue aziende, come è successo a me"(20/7/95)

"Ci sono ancora alcune tecnicalità da risolvere"(5/7/95)

"Ah ragazzi, ho due nuove barzellette formidabili, ma sono un po' spinte, le signore dovrebbero uscire"(14/6/95)

"Mi sono tolto un'ernietta, tre quarti d'ora, un punticino, tutto risolto l'ho fatto per correre meglio"( 22/5/95)

"I veri risultati sono stati gli exit poll, poi gli elettori sono entrati in cabina e si sono sbagliati" (25/03/95)


BOSSI CONTRO TUTTI

"Se Di Pietro si candida al Nord, io gli dico va via terun, prendi la valigia di cartun"(17/12/95)

"Ho rincontrato il Cavaliere in Transatlantico e lui con il suo solito modo di fare si è sbracciato per salutare me e la mia famiglia. Oddio mi son detto chissà cosa mi succede. Ma dopo tre ore mi hanno solo rubato la macchina"(3/12/95)

"E' la Lega, la lega, non sbagliate mai a dirlo o a scriverlo perche' e' la Lega che paralizza il Paese, che paralizza la politica. Su tutto. Saremo noi a dire che cosa deve avvenire anche se non sembrera' cosi'"(15/11/95)

" Ehi, faccia di merda, vediamo cosa hai da dire oggi contro di me"(21/9/95)

"In galera mi vedo bene, potrei essere il Mandela della Padania"(20/8/95)

"Ti tiro due cartoni, stai attento che con il secondo ti butto a mare"(15/8/95)

"Ma che cazzo c' entra la Yugoslavia? Noi siamo il Nord, mica due gatti straccioni come quelli là"(25/7/95)

"Fini, povero fascistello, non ha capito che quelli del Nord i fascisti li hanno già presi a calci nel culo cinquantanni fa"(24/7/95)

"Quelli sono quelli del polo del buongoverno ladro, la marmaglia di Hammamet"(8/7/95)

"Sivio Berlusconi si spedisce i fax da solo(27/12/94)"

"Fini è uno di quelli che vincono al Totocalcio e poi si ritrovano con le pezze al culo"

"Fini è un succhiaruote, politicamente è un desparecido. Come quell'altro li', Bertinotti, bravo solo a giocare a biliardo"(15/3/96)

"Il cavalier Berluska, mafioso e fascista"

"Silvio Berlusconi era il portaborse di Bettino Craxi. E' una costola del vecchio regime. E' il più efficace riciclatore dei calcinacci del pentapartito. Mentre la Lega faceva cadere il regime, lui stava nel Mulino Bianco, col parrucchino e la plastica facciale. Lui è un tubo vuoto qualunquista. Ma non l'avete visto, oggi, tutto impomatato fra le nuvole azzurre?"

"Berlusconi è bollito. E' un povero pirla, un traditore del Nord, un poveraccio asservito all'Ulivo, segue anche lui l'esercito di Franceschiello dietro il caporale D'Alema con la sua trombetta. Io ho la memoria lunga. Ma chi è Berlusconi? Il suo Polo è morto e sepolto, la Lega non va con i morti. La trattativa Lega-Forza Italia se l'è inventata lui, poveraccio. Il partito di Berlusconi neo-Caf non potrà mai fare accordi con la Lega. Lui è la bistecca e la Lega il pestacarne"

"Berlusconi mostra le stesse caratteristiche dei dittatori. E' un kaiser in doppiopetto. Un piccolo tiranno, anzi è il capocomico del teatrino della politica. Un Peròn della mutua. E' molto peggio di Pinochet. Ha qualcosa di nazistoide, di mafioso. Il piduista è una volpe infida pronta a fare razzia nel mio pollaio"

"Berlusconi è l'uomo della mafia. E' un palermitano che parla meneghino, un palermitano nato nella terra sbagliata e mandato su apposta per fregare il Nord. La Fininvest è nata da Cosa Nostra. C'è qualche differenza fra noi e Berlusconi: lui purtroppo è un mafioso. Il problema è che al Nord la gente è ancora divisa tra chi sa che Berlusconi è un mafioso e chi non lo sa ancora. Ma il Nord lo caccerà via, di Berlusconi non ce ne fotte niente. Ci risponda: da dove vengono i suoi soldi? Dalle finanziarie della mafia? Ci sono centomila giovani del Nord che sono morti a causa della droga. A me personalmente Berlusconi ha detto che i soldi gli erano venuti dalla Banca Rasini, fondata da un certo Giuseppe Azzaretto, di Palermo, che poi è riuscito a tenersi tutta la baracca. In quella stessa banca lavorava anche il padre di Silvio e cerano i conti di numerosi esponenti di Cosa Nostra"

"Bisognerebbe conoscere le sue radici, la sua storia, Gelli fece il progetto Italia e c'era il buon Berlusconi nella P2. Poi nacquero le holding. Come potrà mai la magistratura fare il suo dovere e andare a vedere da dove vengono quei quattrini, ricordando che la mafia quei quattrini li fa con la droga e che di droga al Nord sono morti decine di migliaia di ragazzi che ora gridano da sottoterra? Se lui vuole sapere la storia della caduta del suo governo, venga da me chè gliela spiego io: sono stato io a metter giù il partito del mafioso. Lui comprava i nostri parlamentari ed io l'ho abbattuto"

"Quel brutto mafioso guadagna soldi con l'eroina e la cocaina. Il mafioso di Arcore vuole portare al Nord il fascismo e il meridionalismo. Discutere di par condicio è troppo poco: propongo una commissione di inchiesta sugli arricchimenti di Berlusconi. In Forza Italia ci sono oblique collusioni fra politica e omertà criminale e fenomeni di riciclaggio. L'uomo di Cosa Nostra, con la Fininvest, ha qualcosa come 38 holding, di cui 16 occulte. Furono fatte nascere da una banca di Palermo a Milano, la banca Rasini, la banca di Cosa Nostra a Milano"

"Forza Italia è stata creata da Marcello Dell'Utri. Guardate che gli interessi reali spesso non appaiono. In televisione appaiono volti gentili che te la raccontano su, che sembrano per bene. Ma guardate che la mafia non ha limiti. La mafia, gli interessi della mafia, sono la droga, e la droga ha ucciso migliaia e migliaia di giovani, soprattutto al Nord. Palermo ha in mano le televisioni, in grado di entrare nelle case dei bravi e imbecilli cittadini del Nord".

"Berlusconi ha fatto ciò che ha voluto con le televisioni, anche regionali, in barba perfino alla legge Mammì. Molte ricchezze sono vergognose, perché vengono da decina di migliaia di morti. Non è vero che "pecunia non olet". C'è denaro buono che ha odore di sudore, e c'è denaro che ha odore di mafia. Ma se non ci fosse quel potere, il Polo si squaglierebbe in poche ore"

"Incontrare di nuovo Berlusconi ad Arcore? Lo escludo, niente più accordi con il Polo. Tre anni fa pensarono di farci il maleficio. Il mago Berlusconi ci disse: "Chi esce dal cerchio magico, cioè dal mio Governo, muore". Noi uscimmo e mandammo indietro il maleficio al mago. Non c'è marchingengno stregato che oggi ci possa far rientrare nel cerchio del berlusconismo. Con questa gente, niente accordi politici: è un partito in cui milita Dell'Utri, inquisito per mafia"

"La Padania chiede a Berlusconi se è mafioso? Ma è andata fin troppo leggera. Doveva andare più a fondo, con quelle carogne legate a Craxi. Io con Berlusconi sarò il guardiano del baro. Siamo in una situazione pericolosa per la democrazia: se quello va a Palazzo Chigi, vince un partito che non esiste, vince un uomo solo, il Tecnocrate, l'Autocrate. Io dico quel che penso, lui fa quel che incassa. Tratta lo Stato come una società per azione. Ma chi si crede di essere: Nembo Kid?"

"Ma vi pare possibile che uno che possiede 140 aziende possa fare gli interessi dei cittadini? Quando quello piange, fatevi una risata: vuol dire che va tutto bene, che non è ancora riuscito a mettere le mani sulla cassaforte"

"Bisogna che Berlusconi-Berluscosa-Berluskaz-Berluskaiser si metta in testa che con i bergamaschi io ho fato un patto di sangue: gli ho giurato che avrei fatto di tutto per avere il cambiamento. E non c'è villa, non cè regalo , non c'è ammiccamento che mi possa far cambiar strada. Berluscoso deve sapere che dalle nostre parti la gente è pronta a fargli un culo così: bastano due secondi, e dovrà scappare di notte. Se vedono che li ha imbrogliati, quelli del Nord gli arrotolano su le sue belle ville e i suoi prati all'inglese e scaraventano tutto nel Lambro"

"Berlusconi, come presidente del Consiglio è stato un dramma"

"Quando è in ballo la democrazia, a qualcuno potrebbe anche venire in mente di fargli saltare i tralicci dei ripetitori. Perché lui con le televisioni fa il lavaggio del cervello alla gente, col solito imbroglio del venditore di fustini del detersivo. Le sue televisioni sono contro la Costituzione. Bisogna portargliele via. Ci troviamo in una situazione di incostituzionalità gravissima, da Sudamerica. Un uomo ha ottenuto dallo Stato la concessione delle frequenze tv per condizionare la gente e orientarla al voto. Non accade in nessuna parte del mondo. E' ora di mettere fine a questa vergogna. Se lo votate, quello vi porta via anche i paracarri".

"Se cade Berlusconi, cade tutto il Polo, e al Nord si prende tutto la Lega. Ma non lo faranno cadere: perché sarà pure un figlio di buona donna, ma è il loro figlio di buona donna e per questo lo tengono in piedi"

"Ma il poveretto di Arcore sente che il bidone forzitalista e polista, il partito degli americani, gli va a scatafascio. Un massone, un piduista come l'arcorista è sempre stato un problema di "Cosa Sua" o "Cosa Nostra". Ma attento Berlusconi: né mafia, ne P2, né America riusciranno a distruggere la nostra società. E lui alla fine avrà un piccolo posto all'inferno perché quello lì non se lo pigliano nemmeno in purgatorio. Perché è Berlusconi che dovrà sparire dalla circolazione, non la Lega. Non siamo noi che litighiamo con Berlusconi, è la Storia che litiga con lui"

 

Le dichiarazioni sono tratte dalle agenzie e dai quotidiani nelle date seguenti: 1,7,9,10 e 13 marzo 1994; 5 aprile 1994; 4,11,23 e 31 maggio 1994; 1,12 e 17 giugno 1994; 29 luglio 1994; 6, 8 e 13 agosto 1994; 1 settembre 1994; 6,20 e 23 dicembre 1994; 14 gennaio 1995; 22 marzo 1995; 13 aprile 1995; 10 giugno 1995; 29 luglio 1995; 25 gennaio 1996; 14, 19 e 25 agosto 1997; 18 giugno 1998; 22 luglio 1998; 13 settembre 1998; 3 e 27 ottobre 1998; 24 febbraio 1999; 13 aprile 1999; 10 settembre 1999; 19 ottobre 1999. Dal 1998 in poi le citazioni sono tratte direttamente da La Padania e Tele Padania, organi ufficiali della Lega Nord.


FINI CONTRO TUTTI

"Le differenze tra me e Berlusconi? Praticamente nulle. Berlusconi ha tre televisioni, esattamente come me. Pensate ne ho una anche in bagno"(20/11/95)

"Silvio ciao, sono a Shangai........"(16/11/95)

"La sinistra ha fatto un autogol, stacchi un pezzo di monte ed ecco che viene giù la valanga"(22/10/95)

"Lo sai che differenza c'e' tra una donna e un'automobile? Che la prima se te la fottono, non te ne accorgi"(1/10/95)

"Ma quali leoni, in Italia vedo solo tanti Agnelli...."(13/9/95)

"Dopo Tangentopoli e affittopoli, ora faremo scoppiare bancopoli"(8/9/95)

"Della data delle elezioni, non me ne frega un accidente"(25/7/95)

"Bossi fa il Bossi anche a sinistra,ha alzato la voce e poi è andato in vacanza. E' meglio che ci resti"(22/5/95)

"A cena con D'Alema? Chissà se gli piace l'insalata russa"(22/5/95)

"Le tre regioni incerte, finiranno sicuramente al Polo"(23/04/95)

"Mussolini è stato uno dei più grandi statisti del secolo"

"Ne sono sicuro, vinceremo le elezioni, al dunque gli italiani di quelli non si sono mai fidati"(17/4/96)

"Ringrazio Dio di non essere Bossi. E non dico di più. Il nome basta e avanza"(7/4/96)

"Povero Romano, con quella faccia, di sconcio ci sono solo le sue invettive"(2/4/96)

"Io e Berlusconi siamo la coppia più bella del mondo"(26/3/96)

"Molto spesso è la disperazione a muovere la scelta degli uomini. Io capisco che in questi momenti ci siano leader politici disperati: ma io non lo sono e dunque ragiono in tutt'altro modo"(9/2/96)

"Se mai ci dovessero convincere meglio Ciampi di Dini. Ciampi, almeno, ha 75 anni"(23/1/96)

 

 

clicca qui per il MANUALE DI SOPRAVVIVENZA ELETTORALE
torna su Votantonio